Rischio di estinzione per l’Istituto Piersanti Mattarella di Castellammare

597

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – A seguito del decreto regionale 1103 a firma dell’assessore Mario Centorrino, l’Istituto Superiore Piersanti Mattarella sarà accorpato in un unico comprensorio con l’Istituto Superiore Danilo Dolci di Alcamo.

Il nuovo atto modifica il precedente decreto (n. 806 del 06/03/2012) che prevedeva l’accorpamento dei due istituto, ma in ordine inverso.

Agiremo con forza e determinazione, in tutte le sedi, per difendere la nostra istituzione scolastica ed impediremo a chiunque di utilizzare le nostre istituzioni scolastiche come mezzo di bieca propaganda elettorale” afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione Angelo Palmeri, che aggiunge “l’istituto ha le carte in regola per mantenere la propria identità ed autonomia, pertanto chiediamo all’assessore regionale di rivedere e modificare il decreto, al fine di evitare un irreparabile danno all’Istituto Mattarella”.
L’assessore Palmeri ritiene che, la modifica del decreto sembra indotta da una lettera del sindaco di Alacamo in barba ai criteri stabiliti dal lavoro tecnico regionale relativi all’aggregazione o alla fusione.
Sull’argomento sono intervenuti anche i consiglieri comunali G. Norfo, G. Di Legami, D. Bucca, G. Pilara, M. Paradiso, S. Mattarella e P. Ciaravino, che hanno presentato una mozione con cui chiedono al consiglio comunale di impegnare il sindaco e la giunta ad impugnare il decreto.
Gli stessi consiglieri lunedì richiederanno la convocazione di un consiglio comunale aperto, per discutere del problema dell’Istituto Mattarella.
Scritto da Francesco Orlando
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteScuole ancora chiuse ad Alcamo per l’evento sismico di ieri
Articolo successivoASD Alcamo in casa per difendere il secondo posto