Presentata la compagine assessoriale del candidato a sindaco Firenze

1637

CASTELVETRANO – Il candidato a sindaco di Castelvetrano, Ferdinando Firenze , sostenuto dallo schieramento  costituito da Italia dei valori , Sel , Rifondazione Comunista , Partito Socialista e Movimento Agorà, ha presentato la sua squadra assessoriale qualora venisse eletto sindaco. Ecco i nomi degli assessori:

Albero Carmine nato a Castelvetrano il 27.02.1982

Dottore in scienze forestali ed ambientali , impiegato –molto conosciuto nell’ambiente della movida castelvetranese in quanto gestore di un noto locale.

Clemenzi Vito nato a Salemi il 26.03.1978

Disc Jockey, impegnato nel sociale, nello sport, nelle politiche giovanili, nell’arte, ma soprattutto nella musica. Appassionato di grafiche pubblicitarie, web-design, pittura, installazioni e arredamento. Diplomato al Liceo Artistico Statale di Trapani, iscritto all’ultimo anno dell’Accademia Di Belle Arti Di Palermo.

Ficili Salvatore nato a Castelvetrano il 19.03.1961

Laureato in  legge abilitato alla professione di avvocato , già tenente colonello dell’aereonautica , ha avuto incarichi dirigenziali presso vari enti locali della provincia di Trapani .Ha prestato servizio anche alcomune di Partanna in qualità di comandante dei vigili Urbani. Nomina “Consigliere giuridico ed addetto parlamentare” del Sottosegretario di Stato alla Difesa, Sen. Massimo Brutti (Governo Prodi)1996/1998

Martini Giacomo nato a Porretta Terme (Bo) il 25.07.1943

giornalista, critico cinematografico e teatrale, direttore del Centro di Poesia ” Jacopo da Lentini ” e della Rivista di Poesia ” I Quaderni del battello ebbro “.

Pizzo Antonio nato a Castelvetrano il 13 marzo 1951

laureato in architettura , funzionario comunale.

Saladino Rosetta nata a Castelvetrano il 14.08.1976

Pedagogista ; educatore professionale  – socio lavoratore della cooperativa sociale Insieme. Ha maturato diverse esperienze in progetti del terzo settore.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePasquetta:c’è chi spera che piova
Articolo successivoBasket Alcamo, ritorno al passato