Tre anni e sei mesi per usura al portinaio dell’ospedale di Alcamo

835

ALCAMO – E’ stato condannato dal Tribunale di Trapani, per usura ed esercizio abusivo di attività finanziarie, Francesco Aronica (58 anni). L’uomo, attualmente in servizio presso l’Ospedale di Alcamo, dovra scontare 3 anni e 6 mesi e pagare una multa di diecimila euro. Molte delle vittime, chiamate a testimoniare, hanno negato che si trattasse di usura ma, secondo i testimoni, si trattava soltanto di prestiti “amichevoli”. Versione a cui non hanno creduto i giudici che hanno disposto la trasmissione degli atti del processo all’ufficio del pubblico ministero per valutare le posizioni di Salvatore Diodato, Francesco Provenzano e Salvatore Pellerito. Probabile adesso il ricorso alla Corte d’Appello da parte dei legali di Aronica.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Cons. Prov. Sucameli fa un esposto per la passerella di Alcamo Marina
Articolo successivoIl sindaco Pompeo chiarisce circa lo scandalo del cibo solidale
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.