Daidone (PD) attacca Turano sulla presunta illeggitimità degli atti del concorso per dirigente

713

TRAPANI – Una forte critica del Capogruppo del PD alla Provincia, Salvatore Daidone, indirizzata direttamente al Presidente Turano, denuncia la presunta illegittimità e/o nullità della determinazione presidenziale 54/2011, con cui sono stati prorogati gli incarichi dirigenziali a suo tempo conferiti, nonché di tutta una serie di altri provvedimenti (determinazioni dirigenziali e deliberazioni di Giunta) riguardanti l’iter per l’indizione del concorso per la copertura di cinque posti di dirigente, con particolare riferimento al percorso di quello per dirigente amministrativo-contabile.

Il Consigliere Provinciale ha inoltre chiesto che la sua nota, venga trasmessa insieme a tutti gli atti richiamati, alla Procura della Repubblica per eventuali ipotesi di reato penale; alla Procura presso la Corte dei Conti per ogni eventualità di danno erariale; all’Ispettorato per la Funzione Pubblica.

Secca la risposta del Presidente Turano sottolineando che la volontà dell’Amministrazione è quella di dotare l’Ente di funzionari capaci e di esperienza, mentre Daidone avrebbe altri obiettivi. Inoltre, il Presidente della Provincia, farà pervenire al capogruppo del PD una dettagliata nota di risposta ai rilievi mossi e che sarà lui stesso a trasmettere tutte le carte ai competenti organi affinché possano fare una comparazione fra quanto sostenuto dal Consigliere Daidone e i provvedimenti adottati dall’Amministrazione.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Trapani calcio fa un altro acquisto per rendere realtà il sogno Serie B
Articolo successivoFranco Orlando aderisce a “Noi Sud”