Il Vaticano commissaria la curia Trapanese

645

TRAPANI – Arriva da Roma la notizia che il vescovo di Mazara del Vallo, componente della CEI, è stato nominato visitatore apostolico della Diocesi di Trapani, con poteri ispettivi. Una nomina che vuol far luce sulla gestione di due fondazioni gestite dalla curia trapanese e su alcuni dissidi interni. L’indagine interna sembra ricondurre a quello che accadde, circa due mesi fa, ad Alcamo con l’allontanamento “consensuale” di Padre Treppiedi, mentre le fondazioni in questione sarebbero l’Auxilium e Campanile. Immediatamente è giunta la replica del Vescovo trapanese Miccichè: “Rimetto nelle mani della saggezza della Chiesa la necessità di fare chiarezza e ridare serenità alla chiesa trapanese in questi mesi ferita da illazioni ma anche da fatti oggettivamente gravi che tutti auspichiamo vengano definitivamente chiariti. Ai presbiteri, diaconi e a tutto il popolo santo di Dio della Diocesi chiedo preghiere per l’unità della nostra chiesa”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl ladro con le ore contate
Articolo successivoAlcamo, incontro su “Screening del Carcinoma del Colon Rettale”
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.