Kate Chopin : Il risveglio

1529

Una storia avvincente fatta di amore e odio, di sensazioni e sentimenti umani che sottolineano e mostrano la natura semplice dell’uomo che obbedisce al solo istinto della libertà.  Pubblicato per la prima volta nel 1899 dalla scrittrice Kate Chopin, è l’immagine riflessa della natura femminista dell’autrice. Il set americano con le sfumature dei luoghi nominati in francese vede la protagonista, Edna Pontellier, subire un improvviso processo di rinascita morale, psichica e sessuale che l’allontana sempre più dalla sua famiglia, alla ricerca di tutto quello che la vita non le ha dato: la libertà della  donna. La causa scatenante: l’amore per un uomo, Robert Lebrun, che le sussurra il vero modo di amare tra una passeggiata e una nuotata. L’estate di Edna utilizza la metafora del mare come momento di solitudine e abbandono a se stessi, in cui la giovane donna riscopre il suo Io cogliendone le sfumature più intime che le daranno la forza di vivere la sua nuova vita a dispetto delle convenzioni sociali.

Un romanzo che offre la visione e il ruolo della donna della fine dell’800 nell’America del nord e il tentativo di sovversione di questa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCondannato colui che brindò alla strage di Capaci
Articolo successivoIndagini sull’abusivismo edilizio a Balestrate