A scuola di “democrazia partecipata” all’Istituto “Mattarella-Dolci” di Castellammare. VIDEO

Pubblicato: martedì, 6 febbraio 2018
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Si è svolta questa mattina la giornata di presentazione del progetto di alternanza scuola- lavoro “A Scuola di Opencoesione” al “Mattarella-Dolci” di Castellammare del Golfo. Ancora una volta la scuola si conferma protagonista del territorio mettendo insieme la didattica con il proprio territorio. Il progetto mira a far “toccare con mano” la realtà della trasparenza amministrativa, dell’Open data e dell'accesso agli atti amministrativi come strumento di democrazia diretta e di partecipazione alle attività e progetti delle Amministrazioni locali.

L’evento, in contemporanea in diversi istituti della Provincia, ha interessato circa 1200 studenti siciliani. È sicuramente un modello e un format nuovo e di rilevante importanza nel panorama scolastico e comunicativo. L’evento è organizzato dal centro Europe Direct Trapani della Commissione Europea in occasione della seconda Settimana dell’Amministrazione Aperta, le attività sono iniziate lo scorso 5 febbraio e si concluderanno il prossimo 11 febbraio 2018.

In particolare sono interessate le scuole: I.I.S.S. P. Mattarella- D. Dolci Castellammare Del Golfo-Alcamo-Calatafimi Segesta, I.I.S.S. “Pascasino” di Marsala, I.I.S.S. “G.G. Adria - G.P. Ballatore” di Mazara del Vallo, I.I.S. “V. Almanza” di Pantelleria, I.I.S. “F. D'Aguirre” di Salemi, I.I.S “Rosina Salvo” di Trapani, I.I.S “V. Fardella –Ximenes” di Trapani, I.I.S “L. Da Vinci-M. Torre” di Trapani.

Presenti la dirigente dell’Istituto "Mattarella-Dolci" Loana Giacalone, Maria Lisa Figuccia di USR Sicilia Ufficio XI Ambito di Trapani e la Dott.ssa Marta Ferrantelli responsabile Europe Direct Trapani della Comunication European Commission.

“Si tratta di un nuovo modo di partecipazione democratica dei ragazzi anche per progetti concreti come quello dell’antica pavimentazione del Comune di Castellammare – ha sottolineato la dott.ssa Marta Ferrantelli – Si tratta di uno sviluppo di democrazia che coniuga data analysis e data journalism. Rappresenta un momento di informazione e formazione di alto valore civico, in quanto promuove la cultura dell'open government e coinvolge i ragazzi sul valore dei dataset e dei dati aperti per sviluppare la cultura e la pratica della trasparenza”.

“Per noi è un progetto molto importante. Anche la scuola – ha aggiunto la dirigente Loana Giacalone - acquisisce competenze, non solo tecnologiche. Per i ragazzi si tratta di una partecipazione che va oltre la semplice alternanza scuola lavoro”.

Presenti tra i relatori anche il dott. Salvo Bologna Vice Sindaco del Comune di Castellammare del Golfo, il dott. Vito Bonanno Segretario Generale del Comune di Alcamo, il del Dott. Simone Magaddino Vice Segretario generale del Comune di Castellammare del Golfo e il dott. Fabio Butera, Assessore all’Organizzazione delle risorse umane. Tra i temi la digitalizzazione in ambito amministrativo per la semplificazione degli atti e l'accesso civico come strumento di controllo e partecipazione da parte dei cittadini.

I ragazzi dell’istituto che hanno partecipato al progetto hanno presentato il loro lavoro sul progetto finanziato dal CE per la “riqualificazione e ripristino dell’Antica pavimentazione del centro storico di Castellammare del Golfo”.

Un momento di confronto e di dialogo che ha permesso di unire scuola, mondo del lavoro e Amministrazioni pubbliche.

Guarda le Interviste alla dirigente Loana Giacalone e alla dott.ssa Marta Ferrantelli:

Letto 1509 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>