Arrestato Ferdico

Pubblicato: martedì, 3 ottobre 2017
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
1

Palermo: indagine della Finanza, ai domiciliari anche l'amministratore giudiziario Miserendino

Avrebbe continuato a gestire il suo centro commerciale di Carini  nonostante fosse stato confiscato tempo fa dalla magistratura. Adesso, Giuseppe Ferdico, noto imprenditore palermitano conosciuto come il 're dei detersivi', è stato arrestato. Agli arresti anche l’amministratore giudiziario nominato dal tribunale, il commercialista Luigi Miserendino, accusato di favoreggiamento. E' ai domiciliari. In manette anche tre imprenditori. Le accuse sono, a vario titolo, di intestazione fittizia di beni, favoreggiamento personale e reale e estorsione aggravata dal metodo mafioso. Nel marzo del 2017 il Tribunale di Palermo aveva confiscato a Ferdico beni per oltre 450 milioni di euro. La decisione era stata presa dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo presieduta da Giacomo Montalbano che confermarono il sequestro del 2012. A Ferdico, ritenuto 'socialmente pericoloso' venne applicata la sorveglianza speciale per tre anni e mezzo con obbligo di soggiorno a Palermo. Per i legali di Ferdico la decisione della confisca era stata "fondata su scelte di stampo para sociologico, disancorata dagli atti processuali il cui significato" perché, a loro parere era stato "stravolto rispetto alla sentenza assolutoria penale. Stupisce inoltre la credibilità attribuita all'ex collaboratore Fontana Angelo malgrado il giudizio di inaffidabilità totale già formulato da giudici attenti e consapevoli. Si tratta dello stesso soggetto imputato di calunnia dinanzi l'autorità giudiziaria di Roma". Nel 2014 Ferdico era stato, infatti, assolto dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Oggi l'arresto.

fonte adnkronos.it

Letto 1926 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>