Castellammare punta all’affidamento diretto ad Agesp, risparmierà 700mila euro

Pubblicato: giovedì, 1 settembre 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

Sindaco Nicolò CoppolaCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Coppola decide di puntare all’affidamento diretto ad Agesp per ciò che concerne la gestione dei rifiuti, poichè tramite l’attuale modalità che passa attraverso la Srr c’è un aggravio di spesa di 60mila euro al mese in più.
L’obiettivo è quello invece di affidare direttamente ad agesp il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti così da ridurre i costi per un totale di circa 700mila euro all’anno.

«Un provvedimento importantissimo grazie al quale risparmiamo circa 60 mila euro al mese pagati fino ad oggi, affidando direttamente all’Agesp, per sei mesi, il servizio di gestione integrata dei rifiuti nel territorio comunale -afferma il sindaco Nicolò Coppola- Fino ad ora abbiamo sostenuto una maggiorazione dei costi di circa 700 mila euro annui rispetto all’importo percepito dall’attuale esecutore del servizio in regime di subappalto, cioè proprio l’Agesp. In altre parole abbiamo avuto lo stesso servizio di prima pagandolo 700 mila euro all’anno. Nel corso degli ultimi anni, infatti, in più incontri tra i membri della Srr, abbiamo lamentato l’eccessiva spesa e sottolineato, nell’interesse della cittadinanza, costretta a pagare un inutile somma in più, che il sistema di ripartizione dei costi dell’appalto fra i vari Comuni non è affatto equo –prosegue il sindaco Nicolò Coppola-. La Srr bandirà la gara per l’individuazione del gestore del servizio nei prossimi mesi ma la scadenza del contratto è del 31 agosto, quindi occorre assicurare il servizio immediatamente anche in considerazione dei disagi degli ultimi tempi».

Altri comuni hanno deciso di prorogare il servizio all’attuale appaltatore ma con costi maggiori poichè spiega Coppola: «sarebbe stato ugualmente svolto dall’Agesp che è in regime di subappalto, ma al maggior costo mensile di circa 60 mila euro. L’affidamento diretto, con il quale tra l’altro vengono anche mantenuti i livelli occupazionali, è certamente la soluzione migliore per porre fine a questo inutile aggravio di costi per tutti noi castellammaresi. L’Agesp svolge il servizio per un totale circa 156 mila euro mensili, mentre il Comune fino ad oggi ha pagato circa 215 mila euro, per lo stesso servizio e con la stessa ditta ».

Letto 1474 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>