Viola, “Trapani? E’ una terra di mezzo”

Pubblicato: giovedì, 4 agosto 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

E’ prossima la partenza del procuratore Viola per il nuovo incarico di pg a Firenze. Il saluto alla stampa

IMG_3866Un brindisi organizzato dal procuratore della Repubblica di Trapani, Marcello Viola, per un saluto ai giornalisti accreditati presso il Palazzo di Giustizia, si è subito trasformata in una chiaccherata proposta dai cronisti per strappare al capo della Procura alcune valutazioni. Marcello Viola lascia una Procura che è certamente fortemente impegnata su diversi fronti, lo dimostrano da sole le convocazioni a ripetizione dello stesso procuratore Viola e di altri magistrati dinanzi a commissioni parlamentari d’inchiesta come quelle che si occupano di lotta alla mafia, controllo sul ciclo dei rifiuti e sui fenomeni immigratori. Convocazioni in parte, anche in buona parte, secretate, segno questo che ci sono indagini in corso. Comune denominatore di questa attività investigativa è la “terra di mezzo” che si nasconde a Trapani, Viola ha così definito quell’area “grigia” trapanese dove regna la gran parte del malaffare. Ai giornalisti il procuratore Viola ha espresso il proprio ringraziamento per la reciproca collaborazione, “il nostro – ha detto – è stato un buon rapporto”. Da quasi 5 anni a Trapani , il procuratore Viola con il trasferimento alla procura generale a Firenze interromperà la propria esperienza di magistrato inquirente, essendo stato per diversi anni, già prima di arrivare a Trapani, pm e gip al Tribunale di Palermo. L’insediamento a Firenze potrebbe avvenire nelle prime settimane di settembre, considerato che la Procura generale toscana è vacante da oltre 15 mesi

Letto 2212 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>