Rinvenuti tre ordigni bellici a Marsala

Pubblicato: venerdì, 30 gennaio 2015
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

image5 MARSALA – Rinvenuti a Marsala, in contrada Casablanca, tre ordigni bellici inesplosi risalenti al secondo conflitto mondiale. Sul posto è intervenuta una squadra specializzata del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo che è alle dipendenze della Brigata Aosta di Messina.

I manufatti sono stati identificati dai militari come tre proietti d’artiglieria da 47/32 mm di fabbricazione italiana, i colpi rinvenuti completi erano caricati con esplosivo ad alto potenziale.

Il pessimo stato di conservazione degli ordigni ha reso necessario la loro distruzione, i militari dell’Esercito Italiano hanno effettuato l’operazione in sicurezza nei pressi del luogo del ritrovamento, ovvero in una cava in contrada Cicco d’Enna.

Dall’inizio dell’anno gli specialisti dell’Esercito del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo hanno già portato a termine 3 interventi di bonifica nel territorio siciliano, con il relativo disinnesco o distruzione degli ordigni rinvenuti.

Le capacità tecniche del personale eimage2d i mezzi in dotazione all'Esercito garantiscono il prezioso intervento in caso di pubblica utilità e per la tutela dell'ambiente. In particolare, i reparti genio, grazie alle esperienze maturate nelle missioni estere ed all’elevata connotazione “dual-use” (capacità di cooperare con le autorità civili a favore della cittadinanza  e quella operativa espressa nei teatri operativi), operano a favore della comunità nazionale sia in caso di pubbliche calamità, sia per la bonifica dei residuati bellici ancora ampiamente presenti sul territorio italiano.

L'Esercito è l'unica Forza Armata preposta alla formazione degli artificieri di tutte le forze di polizia, forze armate e corpi armati dello stato.

Letto 539 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>