Delusione per un match che poteva essere vinto

Pubblicato: martedì, 19 novembre 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0
BAGHERIA. Domenica scorsa si è tenuto il match di pallamano fra l’Antonello Cassarà Alcamo e il Valens Bagheria. Per la squadra alcamese, purtroppo,  non è stata una partita fortunata,  considerando che ha subito la prima sconfitta stagionale  in un match che era stato caratterizzato da una settimana particolare che ha visto l’ingiusta squalifica di Benedetto Randes  relegato in tribuna. Ciò non ha per nulla aiutato la squadra, che se  nel primo tempo ha visto una buona partenza con un massimo vantaggio di 9-4 dopo dodici minuti di gioco, ad un certo punto viene superata dalla squadra avversaria che riesce a ricucire lo strappo. Più equilibrato il secondo tempo, in cui entrambe le squadre sono rimaste incollate al proprio risultato. A colpire decisamente sarà il finale in cui alla difesa bagherese viene concesso di tutto comprese spinte laterali che diventano regolamentari. Il tutto sotto lo sguardo diretto dei due arbitri rosa che sembrano tollerare tutto. La squadra alcamese finisce in attacco senza mettere dentro neanche un gol; sconfitta ma tanto orgogliosa di se stessa  nonostante la terribile settimana trascorsa, culminata in un mezzogiorno di fuoco  con troppi errori di tiro e giocatori poco lucidi nei momenti più importanti di un match che poteva essere, nonostante tutto, vinto. Intanto il direttivo della società, riunitosi domenica sera di urgenza, ha deciso di non presentare reclamo per gli errori tecnici verificatisi nel corso della partita, e in particolare per l’incredibile gestione dei due minuti sanzionati a Scirè da parte dei due arbitri. Non si può, infine, negare il forte rammarico per la rete messa a segno da Alvares, a gioco fermo e poi convalidata, con il giocatore che avrebbe dovuto fermarsi; rammarico, inoltre, per la tempestiva segnalazione ai due direttori di gara, da parte dell’allenatore di casa, dell’impossibilità da parte del pubblico di assistere al match dalla tribuna posta alle spalle delle panchine, che ha finito per relegare il tecnico della T.H.A dalla parte opposta del campo di gioco. Insomma, una vera e propria caduta di stile che la squadra alcamese non pensava affatto di subire da una società da sempre considerata amica. Intanto, ci si prepara per sabato prossimo al big Match al Nuovo pala Grimaudo di Via Giovanni Verga dove arriva la neocapolista Girgenti.
Letto 327 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>