Escort per i dirigenti della formazione

Pubblicato: mercoledì, 19 giugno 2013
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

PALERMO. Ben 17 gli arresti per associazione a delinquere, corruzione, truffa e false fatturazioni. Finiscono in manette anche due assessori e alcuni burocrati. Una lista piuttosto lunga di indagati che dovranno dare spiegazioni anche sul finanziamento ai partiti. Ad essere maggiormente colpito è il manager Faustino Giacchetto, insieme alle diverse società a lui riconducibili. Giacchetto ha intercettato per anni i fondi europei per i piani relativi alla comunicazione.

Il Ciapi è l'ente di formazione che dovrà rispondere alle numerose accuse poichè esisterebbe un collegamento tra l'ente e Giacchetto, fautore di un vero e proprio sistema a più livelli che coinvolgeva funzionari pubblici, politici e soggetti con varie qualifiche.

Finiscono in manette Francesco Riggio, presidente del Ciapi, e Gaspare Lo Nigro, direttore in pensione dell'Agenzia per l'impiego. Tra i politici sono indagati Gianmaria Sparma, Luigi Gentile, Francesco Cascio, Nicola Leanza, Gaspare Vitrano, Salvino Caputo, Nino Dina e tanti altri. Indagato anche Rinaldo Sagramola, dirigente del Palermo che è indagato per truffa sempre relativamente a concessioni fittizie legate all'ente di formazione

Giacchetto avrebbe avuto un notevole influsso anche su numerosi eventi culturali e sportivi siciliani. Numerosi bandi su misura e gare pilotate che avrebbero permesso di favorire alcuni personaggi come l'imprenditore Luciano Muratore, Antonino Belcuore, dirigente del servizio turistico di Taormina, Elio Carreca, relativamente al servizio che si occupa di manifestazioni ed eventi per l'assessorato regionale.
In numerosi casi in cambio di favori venivano accordati viaggi ed escort che garantissero la compiacenza di chi riceveva tali "regali".
Letto 511 volte.
Nessun commento
Dì la tua
  1. vincenza ha detto:

    soldi pubblici per interessi priva ti,sistema che noi dipendenti dell’I IPAB Regina Elena conosciamo bene,e che ci hanno fatto pagare caro quando nel 2008decidemmo di denunziare.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>