Lombardo a Lampedusa

Pubblicato: lunedì, 28 marzo 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0
LAMPEDUSA- Non si arresta il flusso di migranti a Lampedusa. Ieri il governatore della regione Sicilia è stato a Lampedusa per vedere da vicino la situazione. Certo non avrà trovato niente di diverso da quello che non poteva già aspettarsi; l'isola letteralmente invasa, sono ormai più i migranti dei residenti. Ma un motivo di soddisfazione l'ha trovato nelle dichiarazione del prefetto Caruso, il quale sta organizzando il trasporto degli immigrati per far si che tutto avvenga con regolarità e ordine. Le navi trasporteranno i migranti verso i porti di Taranto e Augusta. Il Governatore e l'Assessore all'ambiente della Regione Sicilia e coordinatore dell'ufficio stampa G.Sparma in merito alle citate dichiarazioni del prefetto esternano la loro approvazione per l'interesse, seppur dardivo, mostrato dal governo nel portare sollievo agli isolani dislocando altrove almeno una parte dei migranti; gli isolani stanno portando avanti una protesta civile verso le istituzioni esternando tutte le loro preoccupazioni in ordine a ciò che va accadendo a Lampedusa. Intanto all'ospedale Cervello di Palermo migliorano le condizioni della madre e del bimbo nato durante la traversata. L'assessore alla salute Russo ha fatto visita alla puerpera per verificarne personalmente lo stato di salute.
Russo ha espresso il suo malcontento per la situazione di Lampedusa; per come si sta gestendo l'intera situazione. Ha detto che molti errori sono stati commessi dal governo centrale sottovalutando l'imponenza del problema, improvvisando rimedi e non facendo progetti per evitare a monte il sorgere del problema. La regione Sicilia ha cercato di fronteggiare, per quanto possibile, i flussi migratori, ma ci sono cose che vanno fatte con precise programmazioni e non con l'affanno del momento. Lombardo lamenta, come detto, il tardivo intervento del governo che sta permettendo la morte del turismo a Lampedusa. Il periodo pasquale è compromesso, ma bisogna evitare che gli albergatori perdano anche il turismo estivo che sostiene l'economia dell'isola per l'anno intero.
Letto 226 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>