Continuano i voli verso la Libia. L’Italia che fa?

Pubblicato: martedì, 22 marzo 2011
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Trapani- Continuano i voli dei Tornado italiani verso la Libia. Stamattina altri sei tornado sono partiti e ritornati alla base di Trapani- Birgi. Moltatensione e confusione in merito a questa vicenda. Gli aerei che sno decollati per la prima volta il 20 Marzo avevo effettuato una ricognizione senza sganciare alcuna arma. Di fatto, il maggiore Nicola Scolari, che aveva fatto le prime dichiarazioni, è stato ritrasferito a Piacenza.Ad aggravare la situazione, già di per sè molto drammatica, sono anche le parole di Silvio Berlusconi che in questa situazione sta dimostrando ben poca serietà. Le sue dichiarazione mostrano come il suo principale pensiero sia rivolto a Gheddafi e alla sua sofferenza. Affermazione che fa rabbrivide quando in questo momento un numero enorme di persone sta soffrendo per ottenere la propria libertà e proprio stamattina Gheddafi a Misurata ha ordinato l'uccisione di qualsiasi civile. A cozzare con le sue affermazioni, che tendono a sottolineare che l'Italia non ha colpito e non lo farà, è  il resoconto fatto oggi dal comandante Mauro Gabetta, pilota e portavoce della base di Trapani Birgi: "L'operazione di soppressione delle difese degli avversari condotta dai nostri apparecchi è stata positiva, gli obiettivi sono stati colpiti", ha spiegato l'ufficiale. "La zona interessata era nei pressi di Bengasi", ha sottolineato. "Siamo pronti a operare in seno alla coalizione internazionale e ci sentiamo responsabili nei confronti dei cittadini italiani e di tutti i paesi della coalizione - ha aggiunto. L'ufficiale ha inoltre aggiunto: " La nostra missione non è finita, siamo pronti a rispondere ogni volta che ci viene richiesto".Ancora una volta, in questa drammatica situazione, c'è chi cerca di occultare la realtà dei fatti. Non è questione di opinione politica o divergenze su questioni internazionali: E' una questione di coscienza.

Letto 225 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>