Al via la trentacinquesima edizione del Trofeo Costa Gaia

1260

ALCAMO. E’ stata presentata, nella giornata di ieri, presso l’auditorium del Collegio dei Gesuiti, ad Alcamo, la trentacinquesima edizione del ‘Trofeo Costa Gaia’ – XII Conad Cup, torneo di calcio giovanile tra i più titolati e conosciuti in Italia, organizzato dall’Adelkam. Forfait dell’ultim’ora per Erjon Bogdani, rimasto bloccato a Palermo fra la delusione dei tanti giovani calciatori che avrebbero voluto foto e autografi con l’ex attaccante di serie A.

E’ stato l’assessore allo sport, Gaspare Benenati, a dare il saluto iniziale sottolineando di avere mantenuto l’impegno per il ritorno del ‘Costa Gaia. Lo stadio alcamese, infatti, è ritornato agibile dopo alcuni anni. L’intervento del main sponsor Conad, rappresentato dal direttore generale della Sicilia, Vittorio Troia, ha invece spiegato la volontà dell’azienda di porsi al fianco dello sport giovanile e delle discipline meno popolari. Il DG Conad Sicilia ha poi lanciato un appello ai genitori: “non andate oltre le righe quando giocano i vostri figli e non sottoponeteli a pressioni esagerate”.

Una breve sintesi del torneo è stata poi disegnata da Giuseppe Masnicalchi, storico cronista ed ex redattore-capo de ‘Il Giornale di Sicilia’. Il giornalista ha raccontato come il Costa Gaia sia ritenuto dovunque il ‘Viareggio del Sud’ e come la scuola calcio Adelkam sia considerata una sorta di Juventus del calcio giovanile. La chiusura è stata dedicata al direttore organizzativo della manifestazione e dell’Adelkam, Gaetano Lo Monaco. “Abbiamo scelto la formula di torneo regionale sia perché la pandemia ancora non ci ha lasciati che per le difficoltà di clubs e famiglie a venire da molto lontano. Abbiamo introdotto delle novità – ha aggiunto Lo Monaco – a partire da un quadrangolare femminile ‘giovanissime’ che si terrà il 5 gennaio. Qualche novità anche per i campi coinvolti che per l’edizione numero 35 saranno Alcamo (Don Rizzo, Catella e Vida Club), Castellammare del Golfo, Valderice e Trapani nella provincia falcata e, nel palermitano, Partinico e Terrasini.

Infine sotto i riflettori del ‘Costa Gaia’ è nata un’importantissima intesa fra le principali scuole calcio del territorio. L’Adelkam ha infatti sancito una collaborazione, destinata ad ampliarsi, con la Ludos Alcamo.  Tutti i calciatori alcamesi che militano in D e tra i professionisti sono usciti proprio da queste due società (Alesi, Pipitone, Musso, Cottone, Mulè, Cusumano, Imperiale e, in parte, anche Pirrello).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSicilia: Ars approva norma proroga precari Covid
Articolo successivoPnrr: 56 milioni per la formazione e il reinserimento lavorativo