Musumeci dalla presidenza della Regione al ministero, merito o vicenda da vecchia politica?

22128

Musumeci Ministro: accordi o naturale approdo?

L’ex Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, è tra i Ministri del Governo Meloni più sotto la lente di ingrandimento dei siciliani. Una carica che ha animato varie interpretazioni, si va dal premio perché il suo operato come Presidente della Regione è stato visto come meritevole, allo “scambio”: non mi ricandido alla presidenza della Regione, ma mi riservate un posto più in alto. Quest’ultima tesi riporta ad altre vicende di Presidenti di Regione i quali per arrivare a Roma perdevano la loro verve contro, per diventare accondiscendenti.

Scambio? Di sicuro si vedrà nella direzione che Musumeci saprà dare alla sua azione come Ministro.

Tante le aspettative

I più entusiasti parlano di una politica, quella che caratterizzerà Musumeci Ministro, finalmente di sviluppo per il Meridione, anche se questa enfatizzazione potrebbe rivolgersi contro Musumeci, perché il Sud è attanagliato da tanti e atavici problemi che difficilmente potrà raggiungere nel breve risultati. L’ex Presidente può portare avanti ottime politiche soprattutto se saprà svecchiare il pensiero che domina, ancora oggi, nel mondo politico nazionale, quello di un Sud fermo a decenni fa e dipendente dal Nord. Su quest’ultimo c’è chi è pessimista e pensa ad un Musumeci poco combattivo per i diritti del Sud, che sono messi a rischio da una visione campanilistica e da cultura da “parente ricco” che elargisce elemosina al più povero di certi Presidenti di regioni del Nord e che inoltre hanno messo più volte in evidenza una miopia politica eclatante.

A fare la differenza sarà il “denaro” messo in campo

Musumeci sarà un Ministro protagonista? Questo dipenderà dalla sua capacità di imporsi, il carattere non gli manca, e dall’individuazione di risorse nazionali ed europee da poter far convogliare sulle politiche per il Sud. Certo non gli renderanno la vita facile, specialmente quegli esponenti del Nord che anni fa lo hanno voluto sul palco a Pontida, o meglio quel popolo che la pensa diversamente da Musumeci sul rapporto Nord-Sud, cioé di sicuro non è d’accordo con una parte dell’intervento di allora dell’ex Presidente della Regione Sicilia: “Il Nord senza Sud non va da nessuna parte”.

Speranza

A prescindere da come la si pensa politicamente comunque è presente anche il sentimento di speranza per vedere finalmente mettere in atto politiche che possano portare il Sud ad avere un ruolo da protagonista nella creazione di ricchezza per tutti e finalmente ricoprire il ruolo che gli è più consono, e la Sicilia potrebbe essere in prima linea, cioé quello di protagonista negli scambi commerciali con i paesi africani.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBlitz dei carabinieri al clan mafioso di Misilmeri: sei le ordinanze di custodia cautelare in carcere
Articolo successivoSicilia: rilievi Corte conti su ‘spalmatura’ deficit
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.