Caro energia: a rischio chiusura centro don Pino Puglisi

342

Il Centro Padre Nostro fondato nel quartiere palermitano di Brancaccio da don Pino Puglisi, il sacerdote ucciso dalla mafia il 15 settembre del ’93, rischia di chiudere perché non è in grado di sostenere l’esponenziale aumento delle bollette.

“Se entro la fine di settembre il governo non troverà una soluzione al caro energia, anche per gli enti del Terzo settore – dice il presidente del Centro Maurizio Artale – ci troveremo costretti a chiudere le sedi e a licenziare i tredici dipendenti, con l’aggravante che il Centro non potrà più offrire i suoi servizi alle fasce sociali deboli.

Da agenzia Ansa.it

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSchifani: ‘Non temo voto disgiunto. Decido io giunta’
Articolo successivoQuei ragazzi di via Palermo