Sorpresi mentre trainano una barca rubata a Trapani: deunciati due marsalesi

503

Sono stati scoperti dai carabinieri di Marsala due marsalesi di 24 e 30anni in quanto trovati in possesso di una barca di circa 6.5 metri con un motore fuoribordo di 150 cv, risultata rubata poche ore prima da un pontile nel trapanese. Entrambi sono stati denunciati per il reato di ricettazione. La barca era rimorchiata con un altro natante e i due si accingevano all’alaggio nei pressi del molo dei pescatori di C.daSappusi.

Il rinvenimento della barca è stato possibile grazie all’immediato allarme lanciato dal proprietario dell’imbarcazione che in piena notte ha contattato la Centrale Operativa dei Carabinierisegnalando il furto del natante.

L’imbarcazione però era dotata di un GPS e i Carabinieri riuscivano così a localizzare immediatamente la direzione di fuga. Le pattuglie notturne, predisposte al contrasto dei reati predatori, si portavano immediatamente nei pressi dell’Isola Lunga, zona Stagnone, seguendo quella che era la direzione del natante in fuga. Il Capo Equipaggio della pattuglia dell’Arma notava in acqua che due persone a bordo di un’imbarcazione ne stavano trainando un’altra. I Carabinieri per prenderli con le mani nel sacco salivano a bordo di un peschereccio e, fingendosi membri dell’equipaggio,  grazie alla collaborazione del Comandante della nave per la pesca, raggiungevano i due cogliendoli di sorpresa. I due giovani hanno cercato di giustificarsi dicendo che erano andati a fare pesca subacquea a largo di Favignana e che tornando avevano notato una barca alla deriva che avevano deciso di trainare. Ma a bordo non vi era attrezzatura da pesca. I due sono stati pertanto denunciati mentre il natante è stato consegnato all’avente diritto.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteVandalizzata opera installata dalla Fondazione Falcone allo Spasimo
Articolo successivoTurismo, arrivi e presenze quasi raddoppiati in Sicilia, cresce anche la permanenza nell’Isola