Origine dolosa il rogo che nella notte ha distrutto tre imbarcazioni

3254

Le immagini delle video camere di sorveglianza non lasciano dubbi. E’ di origine dolosa il rogo che nella notte ha distrutto tre imbarcazioni di proprietà Consorzio turistico Laguna dello Stagnone Arini e Pugliese, che fa riferimento all’ex consigliere comunale di Marsala Davide Parrinello. Le tre imbarcazioni, “Acqua Bus” “Megazapitur” e “Withaker” erano ormeggiate all’interno dello Stagnone di Marsala, presso l’imbarcadero di Mothia, venivano utilizzate per le attrazioni turistiche. Le immagini estratte da una telecamera che si trovava nei pressi dell’approdo, ora al vaglio della polizia, non lasciano dubbi sul dolo, addirittura le immagini se non svelano il volto dell’autore ne mostrano i chiari segni di una ferita ad una gamba a causa dell’incendio appiccato. Sul posto per spegnere le fiamme che hanno illuminato a giorno la laguna marsalese, sono intervenute 2 squadre operative dei vigili del fuoco, una da Marsala e l’altra da Trapani che hanno lavorato per dall’1 alle 4 di stamane prima di avere ragione delle fiamme. Spente le fiamme adesso sono all’opera le squadre specializzate al recupero dei liquidi, materiali combustibili e inquinanti, sversati nelle acque della riserva orientata dello Stagnone

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFavignana. Commissario per l’approvazione del rendiconto 2021. Forgione: “Il Comune ha approvato il rendiconto e comunicato”
Articolo successivoUna notifica… dimenticata