Procura, migranti su peschereccio morti di sete e caldo

344

Arrivato ieri a Messina. Fermati cinque presunti scafisti

Al molo Norimberga sbarcati 179 persone e 5 cadaveri. Messina, 24 luglio 2022. ANSA/CARMELO IMBESI

MESSINA. Cinque egiziani, di età compresa tra i 21 e i 28 anni, ritenuti i presunti scafisti di un peschereccio con 674 migranti a bordo, 179 dei quali arrivati ieri a Messina, assieme a cinque cadaveri, sono stati fermati da polizia e guardia di finanza.

La Procura ipotizza i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e morte come conseguenza di altro delitto.

Secondo l’accusa, basata su testimoni che hanno detto di avere essere stati picchiati con bastoni e cinghie durante il viaggio, i decessi sarebbero avvenuti per disidratazione legata al forte caldo e alla mancanza di acqua potabile, fortemente razionata a bordo. (ANSA).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGli indagati dell’operazione antidroga “Delivery” approdano al giudizio del Tribunale.
Articolo successivoIncendio distrugge 4 barche in porticciolo Marsala