Bimbo morto a Sharm: dubbi su cause morte

3130

Potrebbe non essere una intossicazione alimentare

Fonte Facebook/Rosi Manosperti

PALERMO. Potrebbe non essere stata un’intossicazione alimentare a uccidere Andrea Mirabile, il bimbo di 7 anni morto il 2 luglio a Sharm el Sheikh dove era in vacanza con i genitori, Rosalia Manosperti e Antonio Mirabile.

Ad alimentare i dubbi dei magistrati palermitani, che indagano sulla vicenda, sono il fatto che nessuno nel resort in cui la famiglia alloggiava e dice di aver mangiato si è sentito male e la diagnosi fatta al padre del bambino, finito in Rianimazione, dai medici palermitani.
I sanitari infatti parlano di possibile intossicazione da contato o ambientale. Anche per questo i Pm hanno deciso di ascoltare i genitori del bimbo. (ANSA).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCovid: in Sicilia 6.905 nuovi positivi, 21 morti
Articolo successivoOspedale di Salemi “nulla è cambiato”