Giudizio immediato per l’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza e altri due indagati dall’inchiesta sui “dati Covid falsi”

726

Razza, tramite i suoi legali, dopo aver ricevuto la richiesta di rinvio a giudizio della Procura di Palermo ha chiesto di saltare l’udienza preliminare e andare direttamente a processo. Una scelta prevista dal codice, ma inusuale quando a chiederla non è l’accusa ma l’imputato.

Stessa cosa hanno fatto l’ex dirigente del Dasoe, il Dipartimento regionale per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico Maria Letizia Di Liberti e il direttore del Servizio 4 dello stesso Dasoe, Mario Palermo.

Il processo inizierà il prossimo 10 novembre e la Regione siciliana ha annunciato che si costituirà parte civile contro uno degli assessori in carica della giunta di Nello Musumeci.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteConsegna lo scooter rubato ma tiene la targa e chiede il riscatto. Arrestato un uomo a Castelvetrano
Articolo successivoSequestrata piantagione di marijuana a Mazara del Vallo