Decreto di fermo per l’indiziato dell’omicidio alla Zisa di Palermo

416

PALERMO. La Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Palermo ha delegato i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo a dare esecuzione a un decreto di fermo di indiziato di delitto, nei confronti di Salvatore Fernandez, palermitano di 49 anni già noto alle forze dell’ordine.

L’indagato, già individuato dalla Procura e dai Carabinieri grazie alla ricostruzione investigativa avvenuta attraverso l’incrocio delle telecamere presenti sul luogo del delitto, si è consegnato spontaneamente ai Carabinieri e, dopo aver ammesso di fronte ai magistrati di aver compiuto, lo scorso 30 giugno, l’omicidio di Giuseppe INCONTRERA, è stato tradotto presso il carcere palermitano di Pagliarelli.

Sono in corso approfondimenti investigativi per delineare compiutamente le ragioni del grave fatto di sangue.

È obbligo rilevare che l’indagato è, allo stato, solamente indiziato di delitto, pur gravemente, e che la sua posizione sarà definitivamente vagliata giudizialmente solo dopo l’emissione di una sentenza passata in giudicato in ossequio ai principi costituzionali di presunzione di innocenza.