“Quale Terra vorresti?”, progettare il futuro dell’abitare

712

LINSA (Istituto Nazionale Sostenibile Architettura), riprende le sue attività dopo la pausa pandemica, che ci ha coinvolto in questi due ultimi anniprogrammando una serie di eventi. Primo fra tutti la Tavola Rotonda QUALE TERRA VORRESTI?, che si terrà sabato 9 luglio 2022 dalle ore 17,00 presso la Sala del Cinquecentenario di Palazzo Crociferi a Castellammare del Golfo (Tp). Levento vedrà la partecipazione del Prof. Emerito Federico Maria Butera che terrà una Lectio Măgistralis dal titolo Affrontare la complessità per progettare il futuro dell’abitare sugli equilibri che da anni vengono violentemente modificati o distrutti o sacrificati o stravolti da eventi catastrofici non solo naturali, ma generati dalluomo stesso, deciso a sacrificare la biodiversità degli ecosistemi per soddisfare insensati atti di potere.

Seguirà lintervento dellArch. Andrea Tabocchini dello Studio ATA di Ancona che porrà le basi per una riflessione sui vari aspetti che la Progettazione Ambientale affronta nel rapporto con la biodiversità degli spazi urbani e naturali.Titolo dellintervento: More than Human Oltre gli UmaniUn progetto-pilota sperimentale per una città norvegesepresentato in una sorta di narrazione evocativa che tiene conto dellintero spettro delle forme di vita, sia quelle umane sia quelle non umane. La riflessione che Tabocchini porrà ai presenti alcune domande quali: possiamo superare il distacco tra città e natura? Riusciamo a trasformare le città in ecosistemi in cui esseri umani e non-umani convivono in armonia? Può larchitettura suggerire nuovi modi di abitare il nostro pianeta, riducendo limpatto senza precedenti che lo sfruttamento umano ha imposto alle altre forme di vita?

Dopo i due interventi seguirà una Tavola Rotonda con la presenza oltre i due Relatori di illustri studiosi, invitati ad aprire un dibattito costruttivo sul futuro della nostra Terra e del nostro ambiente naturale e urbano.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncendi: scoppia bombola gas, feriti tre vigili del fuoco
Articolo successivoMarsala. Servizi straordinari “antimovida”