Due operai precipitano da un ponteggio sulla A19, uno è morto

3056

Una caduta da 5 metri. Il ferito ha un grave trauma addominale

(ARCHIVIO) Guanti da lavoro in un cantiere, in un’immagine d’archivio. Un operaio di 47 anni, di Foggia, è morto dopo essere stato schiacciato da una lastra di calcestruzzo all’interno del cantiere in cui stava lavorando, a San Giovanni Rotondo (Foggia). La dinamica dell’incidente è in fase di ricostruzione. Quando i medici del 118 sono arrivati sul posto per il 47enne
non c’era più nulla da fare. ANSA / FRANCO SILVI

Grave incidente sul lavoro sull’autostrada A19 Palermo-Catania, all’altezza di Enna, dove due operai sono precipitati da un ponteggio, da un’altezza di circa 5 metri.

La centrale operativa del 118 di Caltanissetta ha inviato l’elisoccorso.

All’arrivo del mezzo uno dei due operai era già morto.

La vittima è Vincenzo Martorana di Villabate; mentre il ferito, trasportato in elisoccorso all’ospedale Umberto I di Enna per un grave trauma addominale, è un 63enne di Caccamo.

I carabinieri stanno ricostruendo la dinamica del grave incidente: secondo una prima ipotesi il ponteggio che viene usato per risalire i piloni del cavalcavia, si sarebbe staccato facendo precipitare nel vuoto i due operai sotto il viadotto Mulini, in direzione Catania. Quando il medico rianimatore del 118 e gli altri soccorritori della centrale operativa di Caltanissetta sono arrivati i due operai si trovavano ai piedi del cavalcavia.

 Il magistrato di turno Orazio Longo ha disposto il sequestro del cantiere e l’invio del medico legale per l’esame esterno del cadavere.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMafia: Di Matteo, tradita l’eredità di Falcone
Articolo successivoL’Istituto Pertini in prima linea nel progetto Erasmus plus come Healthy living