Ferisce con fucilata a un braccio rivale in amore, fermato

1957

Indagini Cc di Caltagirone,indagato accusato di tentato omicidio

CATANIA. Avrebbe ferito a un braccio con un colpo di fucile un ‘rivale’ in amore durante un incontro per ‘regolare i conti’ in sospeso.

E’ l’accusa contestata a un ventenne fermato dai carabinieri di Caltagirone per tentativo di omicidio.

La vittima è un 24enne che è stato medicato in ospedale. La sparatoria è’ avvenuta la notte del 28 aprile scorso e sarebbe stata preceduta, alcune ore prima, da un inseguimento in auto con il danneggiamento a colpi di bastone della vettura del 24enne. Dopo la prima aggressione, ha ricostruito la Procura di Caltagirone su indagini dei carabinieri, i due “si sarebbero dati appuntamento, nella contrada Collegiata, verosimilmente per ‘regolare i conti’ su questioni sentimentali legate ad una ragazza”. Il ventenne, è la tesi dell’accusa, si sarebbe “presentato con un fucile detenuto illegalmente, esplodendo un colpo a bruciapelo”. La vittima è ricoverata nell’ospedale Cannizzaro di Catania e non è in pericolo di vita. Il fermato è stato condotto nella casa circondariale di Caltagirone in attesa dell’udienza di convalida del fermo da parte del Gip. (ANSA).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl valore etico e culturale dell’utilizzo dei beni confiscati alle mafie
Articolo successivoParte da Trapani il nuovo corso del marmo siciliano