“Scatti di Memoria”

1056

Premiati i vincitori del 1° Contest Fotografico promosso da Anm, Camera Penale di Trapani e Libera. Le foto in mostra a Torre di Ligny a Trapani

E’ stata l’ultimo degli appuntamenti del “Non ti scordar di me 2022”. La premiazione delle scuole e degli studenti vincitori del 1° Contest Fotografico “Scatti di Memoria” promosso da Anm, Camera Penale di Trapani e associazione Libera. Appuntamento sabato pomeriggio a Torre di Ligny col patrocinio dei Comuni di Trapani ed Erice. Lì è stata allestita la mostra delle foto realizzate dalle ragazze e dai ragazzi delle scuole di Trapani, Erice ed Alcamo, ed è proprio nel mettere insieme tutte le foto che sta il valore della mostra “che per questa ragione – ha detto il presidente della sottosezione dell’Anm di Trapani, giudice Giancarlo Caruso – desideriamo che sia il più possibile itinerante, per il grande valore che nel suo insieme rappresenta. Non è vero che i nostri giovani sono del tutto distratti, hanno avuto modo di conoscere e approfondire e di trasferire nelle foto il loro sentire il presente, rispetto a quello che la memoria ha consegnato loro”. “Scatti di memoria” – l’idea è venuta dai veritci dell’Anm trapanese, dal giudice Caruso e dal pm Francsca Urbani – è stato un percorso importante, per un tema importante, quello della legalità, della lotta alle mafie. Gli studenti hanno avuto modo di partecipare, nel corso di questo inverno, ad alcuni incontri, quelli con il fotografo Tony Gentile, con il cameraman Vincenzo Traina, col presidente di Libera Don Luigi Ciotti, con l’avvocato Stefano Giordano, con il Procuratore Gabriele Paci. “Le fotografie degli studenti – ha detto Gisella Mammo Zagarella. referente di Libera a Trapani – hanno colto nel segno, testimonianze di grande crescita”. “Merito, testimonianza ed emozioni c’è questo nella mostra di foto” ha detto l’avv. Marco Siragusa, presidente della Camera Penale di Trapani. Per la cronaca il primo classificato è stato l’Istituto Rosina Salvo di Trapani, secondo e terzo classificati, rispettivamente, l’Alberghiero di Erice e il Liceo Scientifico di Alcamo. “Ma non importa chi ha vinto – ha aggiunto l’avv. Siragusa – importa lo spirito educativo, nel senso etimologico del termine, dell’iniziativa. Importa l’impegno e l’entusiasmo degli studenti che hanno partecipato, coinvolti dai loro docenti”. “Imparate ad essere critici – ha detto ai partecipanti il procuratore della Repubblica Gabriele Paci, tra i giurati assieme a Tony Gentile, Vincenzo Traina, Gisella Mammo Zagarella, l’ex direttore della Rai di Palermo, Salvatore Cusimano e l’avv. Stefano Giordano – con tutte le istituzioni, ma per essere critici per davvero bisogna prima essere dei buoni curiosi, anche per costruire il meglio, e la foto è uno dei migliori mezzi per imparare ad essere curiosi”. Al gruppo primo classificato, i ragazzi dell’Istituto Rosina Salvo, è stato assegnato un premio importante, la possibilità di partecipare ad un corso di fotografia tenuto da Michele Fundarò, prestigioso fotografo trapanese, uomo dal grande spessore professionale e culturale. Alle scuole premiate sono andate raccolte di foto allestite proprio da Fundarò, raccolte dagli archivi di un altro fotografo, Ciccio Termini, le immagini della città di Trapani, colpita dalle bombe dell’ultimo conflitto mondiale. Quale migliore monito contro la guerra. Alla premiazione ha preso parte Margherita Asta. Il “Non ti scordar di me” è dedicato alla sua mamma, Barbara Rizzo, ed ai suoi due fratellini, Salvatore e Giuseppe Asta, morti nella strage mafiosa di Pizzolungo del 2 Aprile 1985. “Io vi devo ringraziare tutti, uno ad uno – ha detto Margherita – siamo ancora una volta riusciti a ricordare mia mamma ed i miei fratellini con la gioia della vita, dell’impegno”. Sabato pomeriggio a Torre di Ligny sono anche intervenuti i sindaci di Trapani ed Erice, Giacomo Tranchida e Daniela Toscano.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMafia: amministrazione giudiziaria preventiva per impresa
Articolo successivoMISE Imprenditoria Femminile – Fondo Impresa Donna