Horror Vacui e “Il continente buio” presso il Maca, Collegio dei Gesuiti

441

Sabato 26 Marzo a partire dalle ore 12:00 e fino alle 12:00 di Domenica 27, per 24 ore consecutive, in diretta streaming sul canale Twitch di Party Tv andrà in onda: Stresstest #2: Horror Vacui; per seguire la diretta: www.twitch.tv/partytv22

Il MACA di Alcamo, il Museo di Arte Contemporanea, è il luogo in cui tutto prenderà forma e dove sarà possibile far parte della diretta streaming, infatti varcata la soglia di ingresso del MACA si verrà coinvolti nello streaming di Party TV / Horror Vacui.

Durante la serata di sabato si svolgerà la narrazione sanguinosa di un gioco cui si invita a partecipare: un’entità malvagia si impadronirà dei partecipanti alla mostra e li costringerà ad atti malvagi, fino a quando non verrà individuata ed esorcizzata.

Horror Vacui si inserisce all’interno della produzione dell’opera Party TV di Andrea Masu prodotta dal MACA – Museo Arte Contemporanea Alcamo a cura della piattaforma curatoriale Landescape. L’opera, frutto di un processo collettivo multiautoriale, è finanziata dal MIC nell’ambito del Piano Arte Contemporanea 2020 e sarà presentata, nella sua forma finale, tra il 10 e il 21 giugno prossimi.

Dichiara il Sindaco Domenico Surdi “l’allestimento di “Horror Vacui” e de “il continente buio” fa parte di un progetto innovativo di rilancio culturale, dove pubblico e privato, ovvero le associazioni e gli artisti lavorano insieme per incidere sul territorio con nuove espressioni artistiche. Il progetto Party TV rientra in un importante finanziamento ministeriale che abbiamo ottenuto grazie alla collaborazione con Landscape. E – continua il Sindaco – la Residenza degli Artisti, in questi giorni, ospita non solo gli artisti di Horror Vacui ma anche altri giovani che sono ad Alcamo per fare nuove esperienze, siamo sempre più soddisfatti della fruizione di questo immobile, è la prova tangibile della rigenerazione sociale di un bene confiscato alla criminalità organizzata”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGalleria Salerniana, Salemi pronta a ospitare le opere Venuti: “Un patrimonio culturale da non perdere”
Articolo successivoMigranti: barcone con 60 persone a Lampedusa