Nuovo rogo

1358

Ancora un incendio doloso nella baraccopoli all’interno dell’ex cementificio Cascio

E’ ancora in corso il sopralluogo all’interno dell’ex cementificio Cascio a Campobello di Mazara dove è sorta una baraccopoli che ospita i lavoratori stranieri impegnati nelle locali coltivazioni agricole. Stanotte ancora un incendio dopo quello dello scorso settembre che provocò la morte di un uomo di 41 anni originario della Guinea. Nonostante l’allestimento di una struttura più idonea, la baraccopoli è stata ricostituita nello stesso luogo dove era scoppiato l’incendio causato dal maldestro uso di un fornello a gas. Ancora si sa poco delle origini del rogo della scorsa notte e se ci sono stati feriti.

Probabilmente l’incendio ha avuto origine, da quello che dicono gli ospiti del campo, da una stufa lasciata accesa per riscaldarsi in una baracca. Comunque è di natura accidentale e i vigili del fuoco non possono risalire con esattezza a causa scatenante. Per fortuna non ci sono stati feriti. I 100 ospiti della baraccopoli sono riusciti a mettersi in salvo

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCane rischia di annegare: salvato dalla Guardia Costiera di Mazara del Vallo
Articolo successivoIncendio in casa a Palermo, anziana soccorsa dai pompieri