M5S Valderice: “28 febbraio data ultima per gli enti locali di presentare proposte progettuali PNRR”

427

Il prossimo 28 febbraio è la data ultima entro la quale sarà possibile per gli enti locali presentare proposte progettuali per attingere alle risorse previste dal PNRR, ed ammontanti a circa 3 miliardi di euro, destinate ad attivare interventi edilizi di messa in sicurezza, ripristino e riqualificazione funzionale degli asili nido, delle scuole dell’infanzia, degli edifici scolastici, delle mense scolastiche e altro ancora.

“Si tratta di un’occasione importante per il nostro Comune che potrebbe ampliare l’offerta dei servizi educativi, attraverso l’ammodernamento e riqualificazione dell’Asilo Nido Comunale, della scuola dell’infanzia, delle scuole primarie”. Così il M5S di Valderice in un comunicato, che continua:

“Sempre il 28 febbraio scadrà la possibilità di presentare proposte progettuali per aumentare l’offerta di attività sportive a scuola. Sappiamo che oggi i nostri bambini svolgono attività motorie in luoghi adattati ma certamente non adatti a palestra. Ecco, ci piacerebbe sapere se l’Amministrazione comunale di Valderice ha programmato qualcosa in proposito e se ritiene che la palestra della scuola media “G. Mazzini” ha bisogno di interventi di adeguamento e riqualificazione.

Insomma, è possibile puntare ad ammodernare le strutture scolastiche presenti sul nostro territorio che rappresentano luoghi e spazi importanti nel contesto della delicata funzione educativa dei nostri ragazzi, e per la crescita sociale e culturale della nostra comunità.

Come sarebbe possibile anche procedere all’auspicato recupero di Villa Coppola per la quale l’Amministrazione precedente ha fatto redigere un apposito progetto di circa 4 milioni di euro – per ivi realizzare una biblioteca, un auditorium, una sala conferenze, sale mostre ed uffici e i necessari servizi igienici. Siamo infatti certi che anche questo progetto potrebbe rientrare nell’ambito delle misure previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Ci auguriamo che non vada sprecata anche questa opportunità dato che, per quanto ci è dovuto sapere, l’attuale Amministrazione Comunale non ha ritenuto di partecipare all’Avviso Pubblico per la Scuola Innovativa entro il termine di scadenza previsto per lo scorso 8 febbraio che avrebbe consentito al nostro Comune, considerato il consistente patrimonio edilizio scolastico di proprietà comunale, di avere plessi più innovativi, sostenibili, sicuri ed inclusivi’.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFratel Biagio e tutta la Missione di Speranza e Carità in digiuno e preghiera il 2 marzo in comunione con Papa Francesco
Articolo successivoArticolo Uno: Stop alla guerra in Ucraina, si alla pace e al negoziato