Due targhe in ricordo di Aldo e Gianluca alunni dell’Istituto I e V Florio di Erice scomparsi prematuramente

997

Manifestazione per la collocazione di due targhe in ricordo di Aldo e Gianluca alunni dell’Istituto I e V Florio di Erice scomparsi prematuramente.

Legambiente Trapani Erice circolo Nautilus, che più volte si è trovata ad operare in sinergia con l’Istituto “I e V Florio” di Erice, e, a seguito della Splendida iniziativa quella realizzata dagli alunni della V A, sempre dell’Istituto “I e V Florio” di Erice, in collaborazione con il nostro Circolo, “in cui sabato 5 Febbraio hanno piantumato diversi alberelli nell’area demaniale Zona Runzi di Erice, mettendo a dimora anche due alberi di carrubbo in ricordo dei due compagni Aldo e Gianluca, scomparsi prematuramente, gli alberi sono stati piantumati rivolti verso il territorio del Golfo di makari, da cui uno dei ragazzi scomparsi erano originario, sono andati ad aggiungersi vicino a quell’area dove piccoli lecci, roverelle, frassini e pini sono stati piantati dai bambini ericini lo scorso novembre e altri piantati successivamente il 6 Febbraio.

Le classi V A e V D, in rappresentanza dell’intero Istituto, sono ritornati sul posto per apporre delle Targhe sulle due piante dedicate ai ragazzi scomparsi prematuramente , in ogni carrubbo è stata posta una targa con il rispettivo nome, alla presenza dei rispettivi genitori, della Dirigente Pina Mandina, dell’esperto Forestale Giacomo Coppola e una rappresentanza del Circolo Nautilus di Legambiente Trapani Erice. La maestosità della chioma, i frutti dai molti usi, la longevità fanno del carrubbo il vero simbolo del ricordo eterno ed è questa la ragione per cui i ragazzi lo hanno scelto come albero della memoria. Aldo e Gianluca rimangono vivi e presenti nel cuore di chi li ha conosciuti, impossibile dimenticarne il sorriso sincero, la bontà d’animo, la generosità. Il loro ricordo ha radici robuste e foglie coriacee capaci di resistere a lungo, molto a lungo.

Conclude Benigno Martinez Presidente del Circolo Nautilus di Legambiente Trapani Erice, siamo fiduciosi che le tante benevoli azioni, possano fare ritornare un bel bosco, un luogo di speranza e di vita, queste azioni concrete possano fare passare un forte messaggio di sostenibilità, che, piantare un Albero è il più bel gesto che si possa fare e, contemporaneamente restituire alla Montagna un Albero che aiuterà noi e generazioni future a vivere meglio”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteArrestati dalla polizia e dai carabinieri ladri in ospedale
Articolo successivoL’ Associazione A.SVI.TUR. lancia un appello per aiutare un ragazzo disabile a trovare casa