“Mani pulite non l’ho scoperta io: nasce all’esito dell’inchiesta del maxi-processo di Palermo”

826
L’ex ministro Antonio Di Pietro al suo arrivo a palazzo di Giustizia di Genova per essere interrogato come persona informata sui fatti dopo il crollo di ponte Morandi, Genova, 19 dicembre 2018. ANSA/LUCA ZENNARO

CAMPOBASSO. “Mani pulite non l’ho scoperta io: nasce all’esito dell’inchiesta del maxi-processo di Palermo, quando Giovanni Falcone riceve, riservatamente, da Tommaso Buscetta la notizia che è stato fatto l’accordo tra il Gruppo Ferruzzi e la mafia.

Là nasce.

E Falcone dà l’incarico al Ros di fare quel che poi è divenuto il rapporto di 980 pagine: che doveva andare a Falcone, ma lui venne trasferito”. L’ex pm molisano Antonio Di Pietro torna a parlare così di tangentopoli, lo fa con un nuovo post su Facebook dopo quello pubblicato due giorni fa in occasione del trentennale di Mani Pulite. (ANSA).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteApprovato il regolamento per la disciplina delle forme di utilizzo e di gestione degli impianti sportivi comunali
Articolo successivoPorto Selinunte inagibile, pescatori bloccano strada