Le “luci” sul Castello di Calatubo VIDEO

12567

Sinergia uguale arrivare all’obiettivo, ma è solo il primo passo per recuperare il Castello di Calatubo

Ultimati Lavori di Restauro e rifunzionalizzazione del Castello di Calatubo 1° stralcio, finanziati dal GAL Golfo di Castellammare. Ieri lunedì 7 febbraio, alle ore 16:30, alla presenza delle autorità, c’è stata la cerimonia di inaugurazione dei lavori che riguardano il ripristino dell’impianto di illuminazione.

Il Castello di Calatubo risorsa per la Sicilia

Il Castello di Calatubo è una risorsa, non solo per il valore e la memoria storica, ma anche per rendere sempre più appetibile il territorio. Un recupero che rappresenterà un traguardo di civiltà e un arricchimento del trapanese e del palermitano, ma anche della Sicilia.

Le interviste

Le interviste a Pietro Puccio presidente del GAL Golfo di Castellammare, al Direttore del GAL Golfo di Castellammare Andrea Ferrarella, Gaetano Scancarello della ditta che si è occupato dei lavori, all’architetto Giuseppe Provenzano Direttore dei Lavori, al Sindaco di Alcamo Domenico Surdi e a Vittorio Ferro Assessore alle opere pubbliche del Comune di Alcamo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Giorno del ricordo”, in Prefettura un momento di riflessione allo scopo di sensibilizzare le giovani generazioni
Articolo successivoGiovane si dà fuoco, grave trasportato in elicottero a Roma
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.