Omicidio nell’Agrigentino, fermato padre della vittima

696

E’ un assistente capo della polizia in servizio a Catania

RAFFADALI. E’ Gaetano Rampello, 57 anni, assistente capo coordinatore della polizia di Stato in servizio decimo reparto Mobile di Catania, l’uomo fermato dai carabinieri della compagnia di Agrigento per l’omicidio del figlio ventiquattrenne Vincenzo Gabriele a Raffadali.

L’uomo è stato fermato per omicidio dai carabinieri della compagnia di Agrigento, coordinati dal maggiore Marco La Rovere e dal capitano Alberto Giordano.

Secondo una prima ricostruzione, padre e figlio avrebbero avuto in piazza Progresso, a Raffadali, un’accesa discussione al culmine della quale il poliziotto avrebbe estratto la pistola d’ordinanza sparando diversi colpi contro il 24enne, uccidendolo. Poi, l’assistente capo coordinatore si è spostato su una panchina, dove si è seduto in attesa di un pullman di linea e dove è stato trovato e bloccato dai carabinieri.

ANSA.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCalcio, morto l’ex patron del Palermo Maurizio Zamparini
Articolo successivoMaurizio Oddo candidato sindaco alle  prossime elezioni amministrative di Erice per il MoVimento 5 Stelle