Arrestato dai Carabinieri per l’omicidio e occultamento di cadavere

1967

ACIREALE. Un 60nne è stato arrestato dai Carabinieri della compagnia di Acireale per l’omicidio e l’occultamento del cadavere di Agata Scuto, la 22enne scomparsa di casa dal giugno del 2012 e il cui corpo non è stato mai trovato.

Nei confronti dell’uomo è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Catania su richiesta della Procura distrettuale etnea. Secondo la tesi dell’accusa, le indagini dei carabinieri sul ‘cold case’, avviate la dopo denuncia di scomparsa dei familiari della vittima, definita giovane e fragile, hanno “consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’uomo in ragione sia del rapporto particolare che egli aveva instaurato nell’ultimo periodo con la ragazza – la quale non usciva mai di casa da sola, né intratteneva rapporti con altre persone – sia delle falsità delle notizie fornite agli inquirenti dallo stesso circa i suoi spostamenti il giorno della scomparsa di Agata”. In particolare, l’indagato “avrebbe cercato di inquinare le prove anche ottenendo da conoscenti la conferma del suo falso alibi”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’ingegnere edile Brigida Di Simone è il quinto assessore.
Articolo successivoQuattro persone gravemente indiziate dei reati di associazione a delinquere e favoreggiamento dell’immigrazione