Vertice sindaci su DAD nelle scuole: “Decisione non spetta ai sindaci”

990

ERICE. Questa mattina, a 72 ore dalla riapertura delle scuole dopo la pausa natalizia, si è riunita la conferenza dei 24 sindaci per discutere della delicata situazione riguardante la crescita dei contagi nella provincia di Trapani. Nel dettaglio, uno dei temi centrali è stata l’ipotesi di attivazione della didattica a distanza per le scuole e l’individuazione di quale autorità abbia la competenza per l’emanazione di questo provvedimento finalizzato al contenimento del contagio, oltre alla possibilità di chiusura delle scuole.

“Dalla discussione – commenta la sindaca di Erice Daniela Toscano – è emerso che noi sindaci non abbiamo la facoltà di chiudere le scuole o decidere se una scuola possa andare o meno in DAD e che ciò, in base anche all’art.2 dell’ordinanza n.1/2022 del Presidente della Regione siciliana, può ipoteticamente avvenire, per una durata non superiore a 10 giorni, previo parere tecnico obbligatorio da parte dell’ASP territorialmente competente, soltanto quando un territorio sia dichiarato zona rossa o arancione, mentre al momento la Sicilia e i nostri Comuni sono in zona gialla. I contagi crescono in maniera esponenziale e noi sindaci comprendiamo le ansie e le preoccupazioni dei genitori e del personale scolastico, ma ciò che possiamo fare al momento è far sentire la voce delle nostre comunità presso il Governo nazionale e regionale, cosa che certamente faremo. Già stasera tutto questo sarà oggetto di un’ulteriore riflessione coi sindaci dell’ANCI Sicilia durante una videoconferenza in cui si discuterà dell’evoluzione della pandemia e della ripresa delle attività scolastiche. In ogni caso, un grande ruolo lo svolgiamo però tutti noi, pertanto formulo ancora una volta l’invito a rispettare le regole, ad attenersi a tutte le disposizioni in vigore ed a vaccinarsi, anche gli alunni”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMafia: Lombardo assolto da Corte appello Catania
Articolo successivoCastellammare, riapre il punto vaccinale nel centro Duchessa