Il Ministro dell’Istruzione è stato ospite allo stand dell’istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Girolamo Caruso” al Job&Orienta di Verona

1103

L’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Girolamo Caruso” è stato individuato dal Ministero dell’Istruzione a rappresentare le scuole italiane nello stand dedicato ai Laboratori Territoriali per l’Occupabilità all’interno del Piano Nazionale Scuola Digitale. Gli alunni dell’ Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Girolamo Caruso” di Alcamo, accompagnati dal prof Munna, hanno concluso la tre giorni di Job&Orienta 2021 a Verona arrivata alla sua 30 esima edizione.

Ospite d’eccezione allo stand dell’ITET, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Il Ministro, guidato dai tre ragazzi dell’ITET Caruso, Calandra, alfiere della Repubblica, De Simone e Amiri ha indossato il visore 3D e visionato i prodotti digitali realizzati a scuola.

Il Ministro, a conclusione del tour virtuale, ha ringraziato i ragazzi e elogiato i prodotti e le strumentazioni didattiche visionate.

JOB&Orienta ha coinvolto 35 mila visitatori in presenza e 30 mila utenti online con un programma di 150 appuntamenti culturali e 400 espositori un palcoscenico internazionale che ha visto, ancora una volta, l’ITET Caruso protagonista. Al centro del dibattito i grandi temi del futuro: Orientamento, Formazione, Sostenibilità, Digitale. Il racconto della scuola che cambia, così, come cambiano i mestieri e si innovano; e ancora le nuove figure professionali e le competenze più richieste dal mondo del lavoro.

Il Laboratorio Territoriale per l’Occupabilità, Piano Nazionale Scuola Digitale, finanziato dal MIUR nel 2015 ha consentito all’ITET “G. Caruso” di Alcamo, di poter acquistare strumentazioni ed attrezzature per l’edilizia e per i servizi accessori.

Il Laboratorio LTO, dicono la dirigente Vincenza Mione e il prof referente Enzo Giuseppe Munna, ha consentito la progettazione e la realizzazione di attività i cui risultati sono tangibili attraverso la creazione di una rete di collaborazioni attive e fattive con enti ed istituzioni pubbliche e private tra i quali annoveriamo:

  • Progetto rilievo della Grotta dei Cavalli con la Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Trapani Conoscenza, Tutela e Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali U.O.4 -Sezione per i beni archeologici

  • Progetto Pharos studio delle supernove dell’Istituto Nazionale di Astrofisica di Palermo

  • Progetto UNICEF riqualificazione area urbana con il Comune di Alcamo

  • Progetto ristrutturazione Comune di Castellammare del Golfo

  • Progetto rilievo per la funivia Comune di Collesano

  • Progetto Museo della Lingua Italiana

  • Progetti Valorizzazione del patrimonio culturale del territorio

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl ballerino castellammarese Giuseppe Curatolo alla prima del Macbeth al teatro alla Scala
Articolo successivoScieri: gup, assolto 1 imputato di omicidio e 2 a processo