Plastic free, domenica raccolta alla spiaggia Playa di Castellammare

634

Terzo appuntamento con l’iniziativa ambientale patrocinata dal Comune

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Terzo appuntamento con l’iniziativa ambientale di raccolta plastica patrocinata dal Comune e curata dall’associazione Plastic Free: i volontari di Plastic free si incontreranno alla spiaggia Playa la mattina di domenica 28 novembre, alle ore 10.

Proprio alla spiaggia Plaa, a maggio si è già svolta la prima iniziativa plastic free: con l’impegno di circa 150 volontari furono raccolti oltre 500 chili di rifiuti in plastica. Il secondo appuntamento a giugno alle terme segestane con oltre 200 chili di plastica raccolti, dopo una passeggiata di circa 3 km guidata dalla sezione di Castellammare del Cai e del Gei, gruppo escursionisti Inici.

“Continuiamo a condividere e patrocinare le attività organizzate dall’associazione Plastic Free perché rappresentano un impegno ed esempio civico concreto a tutela dell’ambiente -affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore all’Ambiente Leonardo D’Angelo-. Ringraziamo i volontari di plastic free coordinati dai referenti locali, Toti Castronovo e Andrea Asaro, per le iniziative di tutela e decoro dell’ambiente che svolgono. Importante anche l’attuazione delle attività in rete, in sinergia con altre associazioni e l’amministrazione comunale, pronta a supportarle e condividerle come le altre due precedenti alla spiaggia Playa ed alle terme segestane, con un risultato importantissimo in termini di raccolta ma soprattutto di esempio di responsabilità”.

Plastic free è un’associazione di volontariato nata nel 2019 con l’obiettivo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica, in particolare quella monouso. Nata come realtà digitale, nei primi 12 mesi ha raggiunto oltre 150 milioni di utenti e oggi ha oltre 900 referenti in tutt’Italia ed è impegnata su più progetti, dalla raccolta nelle spiagge e città al salvataggio delle tartarughe, dalla sensibilizzazione nelle scuole al progetto con i Comuni, dal Plastic Free Walk al Plastic Free Diving.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrasporto disabili a Salemi, Venuti: “Nessuno stop Dal Csr-Aias richieste economiche inaccettabili”
Articolo successivo“Prendersi cura è democrazia: il futuro dell’ospedale di Alcamo”