Trapani. Diritti dei bambini e Giornata dell’Albero all’Eugenio Pertini

240

L’Istituto comprensivo Eugenio Pertini di Trapani, guidato dalla Dirigente scolastica Maria Laura Lombardo ha celebrato la Giornata mondiale dei Diritti dei bambini, delle bambine e degli adolescenti, dedicata allo studio della Convenzione di New York, sancita il 20 novembre 1989, coniugando l’anniversario alla Festa nazionale dell’Albero che ricorre il 21 novembre. La nostra Istituzione scolastica ha ricevuto in dono, dal Kiwanis Club Saturno Trapani, 12 piante di Arancio. La scuola dell’infanzia ha inoltre ricevuto in dono una pianta di Nespolo, una di Pomelia, e due piante di Campanule ovvero Trombone dell’Angelo. Le attività di piantumazione si sono svolte in tutti i plessi dell’Istituzione scolastica, sia a Trapani che nelle sezioni dei plessi di Fulgatore. Una delegazione del Kiwanis Club Saturno Trapani, guidata dalla Presidente, la Dottoressa Giacoma Fanara, è stata presente alla piantumazione degli alberi, nel plesso centrale Giovanni Falcone, con le classi della scuola secondaria. Ad accogliere la delegazione, insieme alla Dirigente, gli alunni e le alunne delle classi seconde della scuola secondaria, impegnate nei laboratori di Ambiente e territorio, accompagnati dai docenti. Dopo il saluto di benvenuto della Dirigente Maria Laura Lombardo, gli alunni e le alunne hanno recitato delle poesie di Gianni Rodari e di Jacque Prevert, dedicate al tema degli alberi e dei diritti dei fanciulli e alla cura che li accomuna e hanno inoltre declamato i primi dodici articoli della Convenzione di New York. Dopo la lettura degli articoli, la delegazione, accompagnata dagli studenti, si è spostata nel giardino della scuola, dove è avvenuta la piantumazione delle piante di arancio. Gli alunni e le alunne sono stati protagonisti della piantumazione, aiutati dalla Presidente del Kiwanis e dalla Dirgente scolastica. Gli studenti si sono impegnati a prendersi cura delle piante. Queste le parole della Dirigente Maria Laura Lombardo:-Dobbiamo imparare a prenderci cura delle nostre radici perché le radici sono la nostra fonte di vita. Non possiamo trascurare l’importanza degli alberi come simbolo dell’equilibrio del benessere del nostro pianeta nè possiamo ignorare o permettere che qualcuno violi i diritti della persona in particolare dei più piccoli perché il loro rispetto garantisce l’esistenza di una comunità civile capace di attenzione e di valore per ogni suo componente. Educare i bambini a diventare cittadini attivi e consapevoli deve necessariamente passare per esperienze di collaborazione e sinergie che mettono a contatto diretto i piccoli con il sociale, con la propria identità, con la salvaguardia dell’ambiente e con l’apertura verso l’altro. È stato emozionante vedere i nostri bambini e ragazzi felici piantare e prendersi cura dei nostri alberelli e percepire la vicinanza e l’autenticità dei componenti del Kiwanis Club Trapani Saturno che credono nell’alleanza con la scuola come motore di un processo di miglioramento del nostro mondo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMigranti: a Lampedusa 6 sbarchi con 349 persone
Articolo successivoImmigrazione clandestina: Polizia e Guardia di Finanza fermano presunto scafista