Scommesse on line: 12 misure cautelari in Sicilia

823

Scoperti siti di società maltesi prive di concessione in Italia. Fermati due trapanesi: Carlo Cattaneo di Castelvetrano e Calogero Jonn Luppino di Campobello, in precedenza arrestati in altri bliz antimafia

PALERMO. Operazione Game Over II della polizia di Stato contro il fenomeno delle scommesse on line illegali sull’asse Sicilia-Malta.

Gli agenti sono impegnati nelle province di Palermo, Ragusa, Messina, Agrigento e Trapani per dare esecuzione all’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal gip di Palermo, su richiesta della Dda nei confronti di 12 soggetti indagati, a vario titolo, per associazione per delinquere semplice, illecite scommesse on line e intestazione fittizia di beni.

Secondo le indagini, i presunti componenti dell’organizzazione raccoglievano illecitamente sul territorio nazionale, anche per via telematica, scommesse di vario genere su siti internet appartenenti a società maltesi prive di concessioni in Italia da parte dei Monopoli di Stato.
Per cinque indagati c’è l’aggravante di aver commesso il fatto avvalendosi della forza di intimidazione di cosa nostra. (ANSA).
Gli arrestati.
In primo piano ci sono due rampanti di Cosa nostra: Antonino Fanara, boss di Passo di Rigano, il clan degli Inzerillo, e Guglielmo Ficarra, della Noce.
Sono stati arrestati cinque imprenditori del settore in Sicilia: dal palermitano Benedetto Bacchi, di recente condannato a 18 anni, al messinese Enzo Romeo. Da Carlo Cattaneo, di Castelvetrano a Calogero Jonn Luppino, di Campobello di Mazara, a Salvatore Rubino, di Palermo.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCgil: La Fiom Cgil con i 70 lavoratori della Lima Corporate, oggi 8 ore di sciopero
Articolo successivoCovid: Sicilia; Gimbe,in ultima settimana aumentano positivi