Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce)

312

(Finanziamento disponibile dal 28 ottobre 2021)

DESTINATARI

PMI italiane, costituite in forma di società di capitali e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi

FINANZIAMENTO AGEVOLATO

E’ un finanziamento a tasso agevolato in regime “de minimis” con co-finanziamento a fondo perduto in regime di “Temporary Framework*”.

Importo massimo finanziabile: fino a € 300.000, ma comunque non superiore al 15% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa.

Quota massima a fondo perduto: fino al 40% per le PMI del Sud (i), fino al 25% per le restanti PMI.

Durata del finanziamento: 4 anni, di cui 1 di pre-ammortamento.

SPESE AMMISSIBILI

  1. a) Creazione e sviluppo di una piattaforma informatica oppure dell’utilizzo di un market place

o creazione, acquisizione e configurazione della piattaforma

o componenti hardware e software

o estensioni componenti software per ampliare le funzionalità (es. software per la gestione degli ordini, circuiti di pagamento, servizi cloud, integrazioni con ERP, CRM, AI e realtà aumentata)

o creazione e configurazione app

o spese di avvio dell’utilizzo di un market place.

  1. b) Investimenti per la piattaforma oppure per il market place

o spese di hosting del dominio della piattaforma

o fee per utilizzo della piattaforma oppure di un market place

o spese per investimenti in sicurezza dei dati e della piattaforma

o aggiunta di contenuti e soluzioni grafiche

o spese per lo sviluppo del monitoraggio accessi alla piattaforma

o spese per lo sviluppo di analisi e tracciamento dati di navigazione

o consulenze finalizzate allo sviluppo e/o alla modifica della piattaforma

o registrazione, omologazione e tutela del marchio

o spese per certificazioni internazionali di prodotto.

  1. c) Spese promozionali e formazione relative al progetto

o spese per l’indicizzazione della piattaforma oppure del market place

o spese per web marketing

o spese per comunicazione

o formazione del personale interno adibito alla gestione/funzionamento della piattaforma.

Benedetto La Torre

Dottore commercialista e revisore legale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLombardo: “No ai fanghi del Porto di Trapani”
Articolo successivoCovid: in Sicilia 501 nuovi casi, due i morti