Sequestrati 7,7 kg di cocaina occultati in un doppio fondo. Arrestato corriere.

1414
immagine di repertorio

I Finanzieri del Comando Provinciale di Palermo hanno sequestrato 7,7 chili circa di cocaina, trasportata a bordo di un’autovettura sottoposta a controllo nei pressi dello svincolo autostradale di Buonfornello in direzione Palermo. In particolare, nell’ambito dell’intensificazione del dispositivo di controllo territoriale teso al contrasto del traffico di stupefacenti e traffici illeciti in genere, nel pomeriggio dello scorso 21 ottobre, una pattuglia delle Fiamme Gialle del Gruppo di Termini Imerese ha proceduto al controllo di un’autovettura, identificando il conducente, originario della provincia di Reggio Calabria, il quale si mostrava da subito particolarmente agitato. Le ulteriori attività di ispezione dell’automezzo, eseguite con l’ausilio delle unità cinofile in forza al Gruppo Pronto Impiego di Palermo, permettevano di rinvenire, grazie al fiuto del cane antidroga Elisir, alcuni panetti contenenti complessivamente 7,7 kg di sostanza stupefacente del tipo cocaina abilmente occultati in un vano artatamente ricavato all’interno del paraurti posteriore, accessibile esclusivamente previo smontaggio di un carterino di plastica e di un coperchio in lamiera. Lo stupefacente, qualora immesso sul mercato, avrebbe fruttato al dettaglio ricavi per oltre 600.000 euro. Il conducente dell’autovettura, risultato peraltro percettore di Reddito di Cittadinanza, è stato condotto presso la casa circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese, a disposizione della Procura della Repubblica termitana. Continua senza sosta l’attività della Guardia di Finanza di Palermo a contrasto dei traffici illeciti che interessano il territorio della provincia, per la tutela della sicurezza economico-finanziaria dei cittadini, mantenendo costantemente alta la guardia rispetto al fenomeno del traffico di stupefacenti, primaria fonte di finanziamento anche della locale criminalità organizzata.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMigranti: 430 sbarcati da peschereccio incagliato a Pozzallo
Articolo successivoRinvenuti resti umani in una grotta alle pendici dell’Etna