L’Arma dei Carabinieri sempre al fianco delle fasce più deboli

304

Il reato di truffa ai danni delle persone non più giovani o sole costituisce un fenomeno particolarmente preoccupante in quanto rilascia, nelle vittime, effetti come frustrazione e disorientamento, nonché insicurezza nel continuare ad affrontare la quotidianità.

L’Arma dei Carabinieri, da sempre attenta al contrasto della criminalità comune che insidia le fasce più deboli, ha come focus la prevenzione dei reati anche mediante la sensibilizzazione e l’informazione dei cittadini, anche attraverso conferenze rivolte alle persone non più giovani.

Il Comando Provinciale Carabinieri di Palermo, analogamente agli altri Comandi Provinciali della ‘Sicilia’, ha previsto:

  • un ciclo di oltre 30 incontri che avranno luogo, fino a febbraio 2022, su tutto il territorio della Città di Palermo, tenuti dai Comandanti delle Stazioni Carabinieri, presidii di riferimento per la popolazione e punti nodali per il controllo del territorio;

  • altri numerosi incontri sono in corso di svolgimento in tutti i Comuni nella provincia di Palermo, dove l’attività dell’Arma sarà rivolta, in particolare, alla sensibilizzazione delle comunità di persone meno giovani presenti nei centri abitati più piccoli e isolati.

Gli incontri verranno svolti nei luoghi di maggiore aggregazione degli anziani e in modo collettivo, al fine di stimolare domande su criticità vissute o dubbi sulle condotte da tenere, aiutandoli a superare la ‘tendenza a isolarsi’ e le naturali ansie derivanti da una non più giovane età.

Nel corso degli incontri sarà anche distribuito ai partecipanti materiale informativo cartaceo da portare a casa e da tenere sempre a portata di mano, per aiutare gli interessati con utili consigli su come prevenire le truffe ai loro danni.

Sul sito web dell’Arma è, inoltre, disponibile un video sulla specifica materia:

(https://www.youtube.com/watch?v=FT1FXan7-q4&list=PLDBimDfSeasLnVev-YqwFSJwJDvZwinol&index=0)

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSicilia, domenica prima corsa Frecciabianca in Sicilia
Articolo successivoMarsala. Intervento della Polizia Municipale su segnalazione dell’Ospedale “Paolo Borsellino”