L’arte spazza il vento delle polemiche e rende Trapani più bella

534

Il Progetto “Trap” è ormai entrato nel cuore di tanti trapanesi. I murales, opere straordinarie realizzate da artisti di fama internazionale, sono sempre più apprezzati ed oggetto di apposite visite da parte di curiosi ed appassionati per ammirarne i dettagli dal vivo. Diversi i quartieri coinvolti con un occhio di riguardo anche per la vicina Erice, dove Ligama ha ultimato l’opera in via dei Pescatori, come segno di congiunzione e vicinanza tra i due territori. Dal cimitero con la straordinaria opera realizzata dal Colectivo Licuado allo spettacolare omaggio a Roberto Sorrentino realizzato da Eversiempre in via Talotti fino allo sbalorditivo cambio di look dell’incompiuto di via Libica ad opera di Said Dokins. Nel 2022, infine, presso via N. Rodolico, Guido van Helten realizzerà un ulteriore murales sulle case popolari del quartiere. “Grazie a chi si è speso così attivamente per regalare alla nostra città un tocco di colore con opere straordinarie in siti individuati a suo tempo nel dossier di Trapani Capitale Italiana della Cultura ed oggi magistralmente realizzate grazie alla Fondazione 5 Stelle – dichiara il Sindaco Tranchida -. L’Associazione Pandora con Vincenzo Cascone e tutti gli artisti intervenuti saranno sempre accolti a braccia aperte dal nostro territorio, affamato di cultura, arte ed eventi che possano rilanciarne sempre più l’immagine anche al di fuori dei confini nazionali”. Nei prossimi giorni saranno pubblicate le schede descrittive di tutte le opere con la spiegazione dettagliata.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastelvetrano. I Carabinieri arrestano un 32enne, è accusato di tentato sequestro e violenza sessuale
Articolo successivoVaccini: certificati per l’esenzione, denunciati 4 medici