Marsala: manda in ospedale il padre che si rifiuta di dare i soldi. Arrestato dai carabinieri

459

Nei giorni appena trascorsi i Carabinieri della Stazione di Marsala e di Petrosino hanno tratto in arresto, per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali un marsalese classe 2001 responsabile di aver aggredito e maltrattato il padre convivente.

Il 20enne, in forte stato di alterazione psicofisica, avanzava l’ennesima richiesta di soldi al padre 50enne per l’acquisto di stupefacenti ma al rifiuto di quest’ultimo di soddisfare la sua richiesta si scagliava contro di lui violentemente causando una frattura maxillofacciale e nasale con prognosi di 40 giorni. I Carabinieri, su richiesta della vittima, intervenivano tempestivamente presso l’abitazione, e proprio la rapidità di intervento in questi casi si rivela determinante infatti l’uomo, all’arrivo dei Carabinieri, era ancora intento a respingere le violenze del figlio che veniva immediatamente bloccato dagli operanti. Assicurate le cure del caso alla vittima i Carabinieri traevano in arresto il giovane che, a seguito delle formalità di rito, veniva tradotto presso il carcere Pietro Cerulli di Trapani in attesa di udienza di convalida.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani: opere abusive. Sanzionata dai Carabinieri una società
Articolo successivoSequestrati oltre 600 prodotti non sicuri e irrogate sanzioni per 8.000 euro