Decesso sospetto ad Alcamo: i familiari denunciano ritardi nei soccorsi e chiedono accertamenti

5681

ALCAMO.  In merito al decesso di un quarantatrenne alcamese, avvenuto qualche giorno addietro, i familiari dell’uomo hanno sporto denuncia contro ignoti per ritardi e inadeguati soccorsi. L’uomo avrebbe perso la vita a seguito di un malessere avvenuto in circostanze poco chiare.

La Procura di Trapani, sulla base delle motivazioni espresse nella denuncia dei familiari, ha disposto il sequestro e l’autopsia della salma. Quest’ultima effettuata dal medico legale nominato, nella mattinata di oggi, presso l’Ospedale di Trapani S.Antonio Abate.

Rimane cauto il legale della famiglia, Avv. Bruno Vivona, che non si sbilancia sul possibile esito degli accertamenti.

Sarebbe prematuro e azzardato – commenta il legale della famiglia – parlare di responsabilità altrui. Dobbiamo  ancora attendere l’esito degli esami per far luce sul caso. È chiaro che l’ ordine di sequestro della salma e la successiva autopsia disposta dimostrano la serietà e lo scrupolo dei magistrati della Procura di accertare in modo approfondito ogni aspetto della triste vicenda. Se ci saranno profili di colpa a carico di terzi saremo pronti ad offrire ogni elemento utile agli inquirenti per giungere velocemente e in modo preciso all’ accertamento dei fatti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSono 1607 i positivi nel trapanese. Il bollettino di lunedì 20 Settembre 2021
Articolo successivoGiusy Bosco: “L’Alcamo che sarà, l’Alcamo che vogliamo. Noi oggi la determiniamo”
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.