Falso ufficiale giudiziario vendeva finte auto all’asta

616

Undici truffe, incassati 100mila euro. Arrestato da Gdf Catania

CATANIA. Un falso ufficiale giudiziario che inscenava fittizie vendite all’asta di automobili, su inesistenti incarichi del Tribunale, è stato arrestato e posto ai domiciliari da militari della guardia di finanza del comando provinciale di Catania, in esecuzione di un’ordinanza del Gip. A Enrico Cantone, 36 anni, la Procura contesta “la perpetrazione sistematica di reati contro il patrimonio in danno di svariati soggetti e contro la fede pubblica”.

L’uomo, hanno ricostruito le Fiamme gialle, si era accreditato tra conoscenti e parenti come ufficiale giudiziario fornendo alle persone interessate all’acquisto ogni utile dettaglio sulle caratteristiche e peculiarità delle automobili messe all’asta. Inoltre, per rendere ancor più credibile il suo operato, Cantone richiedeva pagamenti tramite bonifico per rendere tutto tracciato e verosimile. Per far credere di essere un pubblico ufficiale esibiva inoltre un distintivo con la dicitura “Ufficiale Giudiziario”, usurpandone il titolo.
Numerosi sono stati gli atti falsificati a regola d’arte con sigilli dello Stato, emblema della Repubblica Italiana e timbri degli uffici giudiziari. Undici sono state le persone che hanno denunciato il truffatore per le vendite simulate di autovetture ed oltre100.000 euro è la somma ricavata dal giro fraudolento durato circa due anni. (ANSA).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAeroporto Falcone Borsellino. Fermati due stranieri per violazione alla normativa valutaria
Articolo successivoMaltratta bambini in classe, maestra sospesa per dieci mesi