Favignana, si indaga sulla morte di un giovane

8686

Si chiamava Alessandro Campo, ed era di Palermo. Sull’isola per motivi di lavoro. La Procura di Trapani ha disposto l’autopsia. Si era appena vaccinato contro il Covid

FAVIGNANA. Si chiamava Alessandro Campo il palermitano di 25 anni trovato morto in casa a Favignana, in provincia di Trapani. Così scrive il giornalista Riccardo Lo verso per Livesicilia.it.

Nella notizia ancora si legge che Alessandro si trovava sull’isola per lavoro e condivideva l’appartamento con un amico che lo aveva lasciato a letto quando è uscito di casa. Ed è a letto che i sanitari del 118 lo hanno trovato quando sono stati allertati dal datore di lavoro di Campo.

Quando sono intervenuti i soccorsi per Campo non c’era più nulla da fare. La salma è stata trasferita a Trapani dove nei prossimi giorni verrà eseguita l’autopsia come disposto dalla Procura di Trapani. Le indagini sono condotte dai carabinieri. Nel corso dell’ispezione sul corpo da parte del medico legale non sono stati trovati segni di violenza, per cui al momento si pensa a un malore.
“Oggi è un giorno molto triste per la facoltà di Giurisprudenza. Nella giornata di ieri il nostro collega Alessandro Campo è scomparso a seguito di un arresto cardiaco – si legge nella pagina Facebook del’associazione Contrariamente -. Lo ricordiamo oggi per la sua perseveranza, per la sua perspicacia, per il suo essere Alessandro. Non si è mai tirato indietro nell’aiutare i suoi colleghi e in qualsiasi materia dava il meglio di sé con ottimi risultati, perché la sua, per il diritto, era vera passione. Oggi ContrariaMente e tutta la popolazione studentesca ricordano un collega, e un amico. Ci uniamo al cordoglio della famiglia”.

Si indaga per accertare eventuali uso di stupefacenti, ma invece è certo che du giorni addietro Alessandro si era vaccinato contro il Covid. Anche il vaccino resterebbe una possibile causa della morte.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRedazione del Piano Urbanistico Generale della Città di Trapani e del Comune di Misiliscemi
Articolo successivoCondannata finanziaria in favore di un consumatore trapanese