Al via Drop-in a Paceco: laboratori formativi e di utilità sociale per giovani dai 14 ai 17 anni

218

È stato siglato ieri il protocollo di intesa fra Comune di Paceco e Consorzio Solidalia, per l’avvio del progetto Drop-in (selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile), con l’obiettivo di sostenere la transizione alla vita adulta degli adolescenti, aiutandoli e stimolandoli a costruire un proprio progetto di vita.
Il documento è stato sottoscritto dal Sindaco, Giuseppe Scarcella, e dalla Presidente del Consorzio, Maria De Vita, a conclusione di un iter promosso dall’assessore alle Politiche giovanili e ai Servizi sociali di Paceco, Mariella De Luca.
A partire da domani 2 settembre, fino al 15 settembre, presso il Centro Sociale Anziani di Paceco, sarà attivo un laboratorio di esperienze pre-lavorative per 10 ragazzi dai 14 ai 17 anni.
“I partecipanti, in gruppo e con il coordinamento di educatori esperti, saranno impegnati nella riqualifica e manutenzione di alcune aree pubbliche e in attività di utilità sociale nel territorio; – afferma il Sindaco di Paceco – avranno quindi la possibilità di dare un contributo concreto alla comunità, migliorando gli spazi, rendendoli più funzionali e più belli, ri-scoprendo i valori e l’importanza del bene comune”.
“Ho sollecitato i servizi territoriali a formare il gruppo di ragazzi da impegnare in attività laboratoriali, spinta dalla necessità di volgere lo sguardo agli adolescenti presenti nel territorio del Comune di Paceco” spiega l’assessore Mariella De Luca, evidenziando che “la sede individuata per lo svolgimento del progetto è il Centro Anziani di Paceco, per un ulteriore e correlato obiettivo: l’integrazione tra anziani, adolescenti e diversamente abili. È forte infatti la convinzione – aggiunge – che investire bene in questo ambito, significa scommettere sul futuro della comunità, il cui sviluppo non può prescindere dal protagonismo e dalle capacità di innovazione di cui le nuove generazioni sono portatrici”.
A fine percorso, i dieci giovani otterranno un buono di 150 euro spendibile online per libri, e-book, musica e altri materiali educativi e di intrattenimento.
Il progetto Drop-in è stato selezionato da “Con i Bambini”, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo; sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale “Con i Bambini”, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione “Con Il Sud”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRivolta e devastazione al carcere minorile di Palermo. La Uil: “servono protocolli operativi e strutture idonee”
Articolo successivoFavignana: arrestato dai carabinieri spacciatore palermitano in trasferta